Senza categoria

Educare i figli in modo efficace: limiti e regole chiare aiutano a crescere, la Tecnica delle Tre Zone

Quante volte ci siamo chiesti in che modo educare i nostri figli? Quante volte ci siamo chiesti come intervenire sui comportamenti inadeguati? Essere genitori non è semplice, forse può essere considerata una vera e proria sfida della maturità umana. Nonostante questo sono dell’idea che rappresenta la sfida più bella, gratificante e nutriente della vita e che ogni genitore ha tutte le carte in regola per imparare a svolgere la propria funzione nel migliore dei modi. Come possiamo aiutare i nostri figli a crescere? Dandoci il permesso per essere “sufficientemente buoni”; questo significa che per essere bravi genitori dobbiamo accettare di non essere perfetti e di abbandonare tale aspirazione. In una relazione cosi’ importante come quella tra genitori e figli la sola cosa che conta è il modo in cui ci mettiamo nella posizione di riparare ad un errore.

Detto questo, può capitare che i genitori si trovino spiazzati difronte ad alcuni comportamenti “ostili”, ripetitivi e capricciosi e che non sappiano veramente cosa fare. In questi casi il rischio è quello di cadere nella trappola degli errori ripetuti che non aiutano i figli a comprendere e cambiare il comportamento inadeguato e apprendere modi diversi e più adattivi.

Un bambino che fa esattamento ciò che vuole non è un bambino libero e Goleman in “Intelligenza Emotiva per un figlio” ci spiaga esattamente come intervenire introducendo la Tecnica delle Tre Zone di Ginott.

L’ autore della Tecnica delle Tre Zone suggerisce ai genitori di pensare a un sistema di regole basato su tre Zone di comportamento: la zona verde, la zona gialla e la zona rossa.

La Zona Verde comprende tutti i comportamenti autorizzati e desiderati. Rappresenta dunque il modo in cui vogliamo che i nostri figli si comportino e quindi diamo loro una totale libertà di movimento.

La Zona Gialla rappresenta il comportamento non autorizzato ma che viene tollerato solo per due ragioi: nel momento in cui può essere considerato l’errore del principiante: un bambino piccolo difficilemnte rimane seduto tranquillo per un tempo prolungato (tutta la durata di una funzione religiosa) ma sappiamo che con il tempo può migliorare. La seconda ragione rigurada l’errore per i tempi difficili: un bambino piccolo può essere molto irritato ed irritabile se ha il raffreddore e non respira bene, un adolescente sfida l’autorità dei genitori e questo è normale durante la fase evolutiva specifica e può accentuarsi ad esempio nel caso in cui i genitori si stiano separando. Il punto è che potreste non approvare il comportamento ed è giusto farlo presente e farlo capire al figlio in questione ma potete tollerarlo facendo presente che lo fate perchè comprendete la situazione e le circostanze difficili.

La Zona Rossa In questo caso ci troviamo nella zona dei comportamenti che non possono e non devono essere tollerati o giustificati. Qui non ci sono eccezioni. Ci riferiamo a tutti i comportamenti a rischio, attività pericolose, comportamenti illegali, o quelli che voi considerate immorali, non etici e socialmente inaccettabili.

Un caro saluto

Dott.ssa Francesca Fabriani – Psicologa Pomezia

0 commenti su “Educare i figli in modo efficace: limiti e regole chiare aiutano a crescere, la Tecnica delle Tre Zone

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: